Dove deve stare la pianta di fragole

A chi non piacciono le fragole? Sono tra quei frutti che mettono sempre d’accordo tutti quanti, ma chi può dirsi davvero capace di coltivarne qualche pianta nel proprio orticelloo sul balcone del proprio appartamento? Grazie a questa mini guida, da domani saranno in molti coloro che riusciranno senza intoppi a produrre delle succose fragoleda gustare da sole, in una macedonia o in un sano estratto.

Innanzi tutto partiamo dal fatto che bastano pochi accorgimenti, e anche poco spazio, per riuscire con successo in questa impresa, l’ingrediente fondamentale è il sole. Ci sono molte varietà di piante di fragole che differiscono soprattutto per tempi di fioritura o nella frequenza di produzione dei frutti ma il bisogno della luce solare è comune a tutte.

Potrai iniziare la tua personale produzione di fragole in giardino, nell’orto, in una piccola serra o all’aria aperta ma anche in un vaso da tenere sul terrazzo! Comincia acquistando in qualsiasi floricoltura delle giovani piantine e piantale in un terreno senza erbacce, sabbioso e arricchito da sostanze nutritive (il compost è perfetto per raggiungere questo scopo). Chi se la sente può coltivare le fragole partendo dai semi ma per tutti gli agricoltori dilettanti è molto più semplice partire, almeno la prima volta, da piantine già nate.

Il momento ideale in cui trapiantare le piante acquistateè, in generale, la primavera ma, come abbiamo già detto, ci sono moltissime varietà con esigenze diverse perciò la cosa migliore è leggere la confezione o chiedere informazioni al personale del vivaio in cui decidi di fare il tuo acquisto. I semi, ad esempio, hanno bisogno di una temperatura minore rispetto alle piante e c’è una bella differenza tra le condizioni di una serra e quelle atmosferiche. L’ideale, per delle piccole piantine da trapiantare, è attendere che la temperatura raggiunga i 15 gradi.

Sia che tu abbia a disposizione un piccolo pezzo di terra, sia che tu decida di coltivare fragole in vaso, quando è ora di piantare le tue piantine, ricorda di mantenerle distanti di almeno 20 cm l’una dall’altra e fai in modo che le radici siano coperte dal terriccio e ben innaffiate.

Per mantenere in salute una pianta di fragole è importante sbarazzarsi costantemente delle erbacce e innaffiarla alla base senza bagnare le foglie. Questa pianta va ghiotta di potassio e fosforo (facilmente reperibili nei concimi più comuni) e ha bisogno di essere innaffiata spesso.

Alcune specie di piante producono fragole più volte all’anno, permettendoti di avere una riserva costante di questo frutto così buono, altre specie invece, fruttificano una sola volta all’anno ma in modo più abbondante, perfetto se le tue intenzioni sono di fare vasetti su vasetti di ottima marmellata handmade.

Le fragole sono buonissime se ricoperte da un generoso strato di panna ma sono anche un ottimo ingrediente per estratti nutrienti o succhi di frutta fatti in casa, e decisamente più leggeri della panna montata! Provale con una mela e un pizzico di zenzero grattugiato, otterrai non solo la primavera in un succo ma potrai beneficiare anche di tutti gli antiossidanti di questo frutto.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami