Dove deve stare il contatore del gas

MILANO 06/02/2012 - CONTATORI DEL GAS SULL EMERGENZA GAS - FOTO MARMORINO/NEWPRESS

Sapere dove deve stare il contatore del gas è fondamentale non solo per rispettare la legge, ma anche per questioni di sicurezza. La normativa di riferimento a questo proposito è la UNI CIG 9036, secondo la quale il contatore deve essere collocato – ogni volta che ciò è possibile – all’esterno degli edifici. Nel caso in cui ciò sia impossibile, ad ogni modo, può essere prevista anche un’installazione interna, a condizione che sia prossima al muro perimetrale. La soluzione ideale è quella di fare in modo che il contatore sia messo all’interno di una nicchia da chiudere a chiave, per sicurezza non solo dell’utente finale, ma anche del distributore locale.

Posizionare internamente il contatore del gas

A proposito di misure di sicurezza, nel caso di un posizionamento interno è consigliabile ricorrere a un box ermetico, che comunque deve garantire la possibilità che il contatore comunichi, attraverso un foro di aerazione, con l’esterno. Vale la pena di ricordare che il vano contatore deve rispettare delle misure ben precise: le dimensioni minime interne, in particolare, corrispondono a 25 cm per la profondità, a 42 cm per l’altezza e a 42 cm per la larghezza. Se il vano è per un contatore si hanno dimensioni di 42 x 25 x 29 cm, mentre se il vano è per due contatori si hanno dimensioni di 42 x 52 x 29 cm.

Spostare il contatore del gas

Scoprire dove deve stare il contatore del gas può essere utile anche nel caso in cui vi sia la necessità di spostarlo. Affinché ciò avvenga, occorre spedire una richiesta ad hoc al proprio fornitore di gas, indicando il bisogno di modificare un allacciamento che già esiste (il fornitore, in ogni caso, si occupa unicamente della parte commerciale della fattura, mentre è il distributore locale ad essere il responsabile del tratto finale della rete del gas e, di conseguenza, del contatore.

Lo spostamento può essere necessario, per esempio, nel caso in cui l’installazione del contatore sia avvenuta molti anni fa, quando ancora non era entrata in vigore la legge attuale: essa chiaramente subentra in occasione dello spostamento. Non solo: se si è alle prese con un contatore che si trova all’interno e che può essere spostato all’esterno, le spese per questa operazione sono a carico del cliente.

Contatore del gas interno solo con nicchia ermetica munita di sportello a tenuta di gas

Insomma, la legge impone che il contatore del gas possa essere collocato unicamente al di fuori di un’abitazione, a meno che non vi sia una difficoltà comprovata che lo impedisca. Se si è costretti a far installare dal distributore il contatore all’interno dell’edificio, a titolo di una garanzia superiore si può richiedere una nicchia ermetica munita di sportello a tenuta di gas, proprio per motivi di sicurezza. La necessità di posizionare il contatore presso il muro perimetrale è motivata dal fatto che è qui che la condotta di alimentazione passa. Il contatore del gas non può mai essere posizionato al di sotto di un lavandino o di un lavabo, in un locale destinato ai servizi igienici, in un locale che non permetta di realizzare una ventilazione naturale, al di sopra dei fornelli a fiamma libera o in un locale adibito a camera da letto.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami