Dove deve essere scongelata la carne

Avere una scorta di carne in freezer è sempre un’ottima cosa. Ti salva nei momenti in cui non hai idea di cosa preparare a cena ed è troppo tardi (o semplicemente non ne hai voglia) di andare in macelleria.
È una comodità soprattutto per chi lavora e non può permettersi di andare a comprarla fresca quando ne ha voglia.
L’unico problema e scongelarla. Lo scongelamento della carne è una fase delicata che bisogna svolgere correttamente. I rischi sono legati non solo al gusto, che potrebbe essere compromesso, ma anche, e soprattutto, legati alla proliferazioni di batteri nocivi.
Ecco come e, soprattutto, dove scongelarla nel modo più sicuro.

 

Il modo più “naturale”: dal freezer al frigo

Se ti ricordi per tempo, il modo più naturale per scongelare la carne è passarla dal freezer al frigo. In questo modo verrà rispettata la catena del freddo e la carne si scongelerà lentamente. Si tratta, ovviamente, di un processo più lungo. Se devi scongelare delle fettine sottili, il tempo necessario è di circa 12 ore; per pezzi di carne più grossi, come ad esempio bistecche o cosce di pollo, il tempo necessario si raddoppia.
Per scongelare correttamente la carne in frigo, devi posizionarla su un vassoio, senza uscirla dall’involucro. Il vassoio servirà a raccogliere i liquidi che si formeranno durante lo scongelamento.
Perché scongelare la carne in frigo? Uno scongelamento lento permette alla carne di conservare meglio le sue proprietà organolettiche ed evita che batteri pericolosi possano proliferare.
Unica accortezza da avere è di assicurasi che la carne sia completamente scongelata, soprattutto per i pezzi più grossi, infilzandola magari con una forchetta.
La carne scongelata in frigo può essere conservata circa 1 giorno se si tratta di pollame o di macinato, 2 giorni se si tratta di manzo o maiale.

Se i tempi a disposizione sono brevi

Hai dimenticato di tirare fuori la carne? Per scongelare fette sottili di carne puoi utilizzare l’acqua! Ecco come:

  • Riempi un recipiente di acqua fredda.
  • Inserisci la carne congelata all’interno di un sacchetto per alimenti, avendo cura di far fuoriuscire tutta l’aria.
  • Immergi il sacchetto nell’acqua fredda. Questa sarà comunque più calda della carne. Avverrà, quindi uno scambio di temperatura che fa si che il ghiaccio si sciolga.
  • Per velocizzare i tempi cambia l’acqua ogni 30 minuti circa.
  • Quando la carne sarà completamente scongelata, si può procedere con la cottura.

Attenzione però, la carne così scongelata dovrà essere consumata subito: le temperature più alte potrebbero favorire lo sviluppo di batteri nocivi per la nostra salute.

Il microonde: il metodo più veloce

Arrivato alla sera non sai cosa preparare? Hai dimenticato di mettere a scongelare la carne? Il microonde ti viene in soccorso.
Al microonde bastano pochi minuti per scongelare anche i pezzi più grossi di carne, questo perché le microonde vanno a surriscaldare le molecole d’acqua presenti negli alimenti.
Quello che bisogna fare è semplicemente mettere la carne, senza nessun involucro, all’interno di un recipiente adatto al forno a microonde.
Quasi la totalità dei forni a microonde sono dotati della funzione defrost, che setta automaticamente la temperatura. Se così non fosse, imposta la temperatura più bassa e controlla frequentemente che la carne non si stia cuocendo. Rigirala di tanto in tanto per far si che si scongeli in modo uniforme.
Anche in questo caso la carne deve essere consumata il prima possibile.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami