Dove deve essere posizionata la tastiera del computer

Come si fa a sapere dove deve essere posizionata la tastiera del computer? La questione è molto più importante di quel che si possa immaginare, anche se troppo spesso viene sottovalutata: è raro, infatti, che si presti attenzione alla collocazione della tastiera. Si tratta di un errore dalle conseguenze potenzialmente gravi, perché una corretta ergonomia di fronte a un terminale non è importante solo per evitare il mal di schiena, ma consente anche di prevenire le tensioni dei muscoli del collo, di non avere a che fare con un affaticamento della vista e di non soffrire dolori e rigidità a livello delle mani, delle braccia e delle spalle.

La tastiera deve essere posizionata in modo tale che permetta di assumere una posizione il più possibile comoda: né le braccia né le mani si devono affaticare. Proprio per questo motivo, sarebbe preferibile optare per una tastiera inclinabile, che oltre ad essere sinonimo di comfort e di praticità assicura anche una notevole libertà di movimento. In più, la tastiera va collocata in un punto che sia illuminato a sufficienza: se è vero che le lampade non dovrebbero rientrare nel campo visivo, ecco che si può pensare di tenerle alle spalle, così che si evitino i riflessi sullo schermo ma al contempo i tasti possano essere visibili.

In genere chi scrive al computer non ha bisogno di guardare direttamente la tastiera, perché ormai ha una certa dimestichezza con la posizione dei tasti: vale la pena di tenerli illuminati, in ogni caso, soprattutto quando si è chiamati a digitare dei simboli o dei caratteri speciali. Va ricordato che la tastiera dovrebbe essere messa allo stesso livello del mouse, così che non vi siano ostacoli o impedimenti tra i due dispositivi ed entrambi possano essere utilizzati in modo efficace.

Ciò che conta è che i polsi rimangano dritti: non devono essere piegati né di lato, né verso il basso, né verso l’alto, perché il pericolo di una sollecitazione eccessiva si può tradurre in dolori o vere e proprie patologie. A tal proposito, un valido aiuto proviene dai piedini da mettere al di sotto della tastiera. Nel momento in cui si digita, ai polsi deve essere assicurata una postura diritta; essi, inoltre, devono sovrastare i tasti. Non ci deve essere bisogno di allungare troppo le dita, dal momento che questo sforzo sarebbe inutile e dannoso, ma si deve essere nelle condizioni di raggiungere anche i tasti più lontani allungando le braccia.

Proprio per questa ragione, nei dintorni della tastiera non ci devono essere oggetti che facciano da ostacolo, che si tratti di un telefono, di una stampante, di un porta penne, e così via. Lo spazio al di sopra della scrivania deve garantire movimenti fluidi e ampi: le braccia e i polsi non devono essere vincolati. Insomma, sono tanti i dettagli a cui è bene prestare attenzione per sapere dove posizionare la tastiera del computer in modo corretto, sia che la si usi per ragioni professionali, sia che la si usi per scopi ludici (per esempio, per giocare a un videogame).

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami